La primavera non è solo la stagione delle giornate che si allungano, del sole che scalda e porta il buon umore… I mesi primaverili ci costringono a fare i conti con gli eccessi dell’inverno, a porre l’attenzione sulla forma fisica e correre ai ripari per la tanto temuta prova costume. Una corsa contro il tempo che spesso porta a diete dannose e a sessioni di allenamento poco efficaci. Una risposta concreta a questo “warning” arriva da Urban Fitness che, grazie alla continua ricerca scientifica, ha messo a punto un programma unico finalizzato al dimagrimento, senza dimenticare il fattore tempo.

Nella boutique del movimento Urban Fitness è, infatti, possibile seguire il protocollo NEW DYNAMIC WEIGHT LOSS, un programma specialistico che, alla tecnologia EMS, integra attività ad alta intensità cardiovascolare – con sessioni di allenamento di 20-30 minuti – supportata dall’utilizzo di macchinari di cardio-fitness, sempre sotto l’attenta supervisione di un trainer dedicato.

Come è strutturata una sessione di allenamento?

“NEW DYNAMIC WEIGHT LOSS – spiega Adriano Silvestri, Responsabile Sviluppo Urban Fitness – è stato elaborato con un mix di tecnologie per aumentare l’impegno del sistema cardiovascolare e la frequenza cardiaca: l’allenamento EMS è integrato a due nuove tecnologie quali il Max Trainer e una fascia cardio PolarIl mix di questi strumenti che abbiamo testato insieme nel laboratorio di ricerca, ha dato vita a un protocollo di dimagrimento innovativo e performante. Ogni sessione di allenamento prevede circa 10-15 minuti di esercizi isometrici e forza, mentre gli ultimi 5-10 minuti solo esercizi dinamici e divertenti per alzare la frequenza cardiaca. Il plus di questo metodo è la possibilità di misurare costantemente i risultati: in una sessione di 20 minuti si arrivano a bruciare quasi 300 calorie”.

Il nuovo protocollo è stato sviluppato in esclusiva dall’Academy Urban Fitness in collaborazione con l’Università di Roma Tor Vergata. La sua efficacia viene, inoltre, potenziata dalla consulenza nutrizionale personalizzata basata sul libro del professor Rolando Bolognino “La Dieta Urban Fitness“: un percorso nutrizionale sviluppato volto a migliorare l’efficacia e il valore dell’allenamento, per raggiungere uno stato di benessere ottimale.

Lo studio scientifico sul dimagrimento corporeo condotto negli ultimi mesi dal team del coordinatore scientifico professor Stefano D’Ottavio, ha permesso di verificare, su un campione di 25 soggetti (maschi e femmine) under 65 e in condizioni di sovrappeso, gli effetti della metodologia EMS abbinata al controllo nutrizionale. La ricerca è stata condotta per 26 settimane prevedendo uno-due allenamenti settimanali seguendo il nuovo protocollo Dynamic Weight Loss15′ di stimolo alternato e 5′ di stimolo continuo con esercizi dinamici a corpo libero, con attrezzi e macchine per il cardiofitness.

“Il protocollo di ricerca – illustra il professor Stefano d’Ottavio – si è articolato inizialmente con una visita medica specialistica comprendente una valutazione impedenziometrica e plicometrica, dalle quali sono stati valutati i parametri della composizione corporea e del grasso corporeo localizzato. Inoltre all’inizio, a metà e alla conclusione dello studio sono state effettuate analisi ematiche per determinare il profilo biochimico e metabolico di ciascun soggetto. Queste ultime, a completamento del quadro generale relativo allo stato fisiologico di ciascuno, hanno permesso di misurare i valori glicemici e di insulino-resistenza, il colesterolo totale, i trigliceridi e vari fattori infiammatori”.

Quali sono i risultati e benefici ottenuti?

Rispetto al gruppo di controllo che ha condotto la sola dieta con restrizione calorica, il gruppo sperimentale che ha abbinato alla dieta anche l’allenamento Urban Fitness New Dynamic Weight Loss, ha mostrato già dopo 12 applicazioni e, alla fine dello studio, maggiori risultati. La ricerca, infatti, ha rilevato un maggiore aumento della massa magra (muscolare) dovuta all’allenamento EMS Urban Fitness e un ulteriore miglioramento, rispetto alla sola dieta ipocalorica, su alcuni parametri caratteristici della sindrome metabolica, patologia molto frequente in soggetti adulti in condizioni di sovrappeso.

“Il metodo WB-EMS – sottolinea il professor D’Ottavio – può fornire benefici sul peso corporeo e sulla salute cardio-metabolica paragonabili a quelli riportati in letteratura con altri protocolli di allenamento di forza più complessi e strutturati. Tali benefici sono, inoltre, massimizzati da un percorso nutrizionale personalizzato ma con notevole risparmio di tempo, perché bastano solo due sessioni settimanali da 20 minuti”.